Racconti & reportage

Aveva l’”autorizzazione provvisoria”, come la si dà quando è meglio non risolvere un problema. E la firma dell’atto che concedeva alle istituzioni la possibilità temporanea di eseguire quella musica, era di Alcide De Gasperi, primo capo del governo nell’Italia repubblicana. La appose nel 1946, il giorno della scoperta dell’America: 12 ottobre. Dice l’impolverato verbale: “Su […]

Racconti & reportage

Cervelli che fuggono? Al contrario, intelligenze che crescono in Italia. Un Paese di bamboccioni? Macché: una nazione di giovani intraprendenti. Ragazzi già rassegnati alla crisi infinita, al piagnisteo, a dare l’eterna colpa d’ogni male allo Stato? Esattamente l’opposto: qui si racconta di ventenni e trentenni, maschi e femmine, del lontano Sud e del profondo Nord […]

Racconti & reportage

Il giovanotto cercava una colonna, la più grande che potesse trovare, per nascondersi dallo sguardo dei tanti uomini in abito scuro, farfallino e cappello di paglia pronti a giudicarlo. Era arrivato il momento di ascoltare per la prima volta l’opera che il ragazzo impegnato a nascondino, aveva appena composto. E quel caffè della Belle Époque […]

Héctor Ulises PassarellaRacconti & reportage

“Le quindici battute iniziali. Il segreto musicale della Cumparsita è tutto lì: nella melodia. Stravinsky diceva che la melodia è quella componente che non si può imparare in alcun conservatorio. L’opera di Matos Rodríguez è unica. Piace perché è semplice. Anche nella musica la cosa più difficile è essere facili”. Parla Héctor Ulises Passarella, musicista […]

Racconti & reportage

Il muro di Berlino era caduto da un pezzo e la Russia non si chiamava più Unione Sovietica. Eppure, in Italia soltanto Indro Montanelli continuava a scrivere, nel 2001, che ai trecentocinquantamila connazionali costretti ad abbandonare le terre italiane di Istria, Fiume e Dalmazia dal 1943 al 1947 e ai quasi ventimila torturati, ammazzati e […]

Racconti & reportage

Camminare a Roma lungo corso Trieste e affacciarsi al palazzo che dà su piazza Istria, l’unico col Tricolore sempre esposto sul pennone condominiale, significa imbattersi in un quarantasettenne educato che veste in giacca, cravatta e fazzoletto nel taschino. “Prego, sono il portiere dello stabile, dica a me”, si presenta al visitatore di turno Mohamed Darrat, […]

Racconti & reportage

Quando arriva a Montevideo, il 17 giugno 1841, Giuseppe Garibaldi ha trentacinque anni. L’accompagnano la fidanzata, Anita, e il loro figlio Menotti nato da poco in Brasile, Paese dal quale i tre emigranti provenivano. L’impatto con l’Uruguay è tremendo. Intanto, perché la famiglia Garibaldi, che formalmente non è ancora una famiglia, ha percorso per cinquanta […]

Racconti & reportage

C’è un luogo, all’ombra della Piramide Cestia, dove le coppie si sdraiano sul prato per parlarsi con tenerezza. E i ragazzi navigano col computer seduti sulle panchine. E le scolaresche percorrono sentieri disordinati per scoprire versi d’amore e di morte scolpiti sulla pietra. E’ un luogo di vita, pieno di fiori e di sole. Eppure, […]

Racconti & reportage

Il torneo di tennis che gli italiani chiamano “Open”, in Messico lo indicano con la naturale traduzione, “Abierto”. I cartelloni cinematografici che in Italia annunciavano “The Wolf of Wall Street” (protagonista Leonardo Di Caprio), in Uruguay erano presentati nella lingua della nazione: “El Lobo de Wall Street”. In Spagna, così come nei ventidue Paesi dell’America […]